MEDICAZIONE SEMPLICI E COMPLESSE

COS’È UNA MEDICAZIONE?

La medicazione è un trattamento infermieristico volto alla rigenerazione di danni ai tessuti dell’apparato tegumentario, che possono essere di natura traumatica, patologica o conseguenza di interventi chirurgici.

QUANTI TIPI DI MEDICAZIONI VI SONO?

Gli scopi e, quindi, le tipologie di medicazioni sono di 4 tipi:

  • Preventiva: in questi casi la medicazione ha l’obiettivo di prevenire lesioni che potrebbero accadere in zone sottoposte a frizione o pressione, per esempio nelle persone costrette a un prolungato periodo di immobilità.
  • Di copertura: si potrebbe definire di seconda medicazione, poiché serve più che altro a contenere applicazioni per il risanamento vero e proprio della ferita come unguenti, creme ecc.
  • Protettiva: il fine di questo tipo è principalmente la protezione da contaminazioni esterne o da traumi meccanici, per far si che non vengano alterate le condizioni di guarigione, nel caso, per esempio per ferite di natura chirurgica.
  • Curativa: volta specificatamente a favorire la guarigione, oltre che a proteggere ovviamente da agenti esogeni e traumi.

Le prime due sono relativamente semplici, è quindi possibile che vengano gestite da personale non infermieristico, come l’operatore socio-sanitario su precise indicazioni del medico o dell’infermiere. Le successive invece sono di esclusiva competenza infermieristica.

Anche in riferimento a questa differenziazione le medicazioni si possono raggruppare in 2 gruppi: semplice e complessa o avanzata.

CHE DIFFERENZA C’È FRA MEDICAZIONI SEMPLICI E COMPLESSE?

La medicazione semplice viene eseguita su lesioni di lieve entità, che manifestano secrezioni minime che tendenzialmente guariscono alla prima intenzione, cioè rapidamente.

Lesioni come quelle successive a incisioni chirurgiche, eritemi o lesioni da pressione non gravi.

Lacerazioni di questo tipo vengono trattate applicando sulla cute una protezione per proteggere la ferita, favorendone la guarigione.

La medicazione avanzata o complessa, invece, si inserisce all’interno di un percorso di cura più complesso, per modalità di esecuzione e precisione nella valutazione iniziale, per trattare lesioni più gravi.

I materiali utilizzati possono essere di 3 tipi:

  • attivi, cioè agiscono attivamente determinando la buona riuscita della guarigione;
  • passivi, i quali assorbono il liquido che fuoriesce da ferite con infiammazione, il cosiddetto essudato e proteggono l’apertura dagli agenti esterni che danneggerebbero ulteriormente la ferita;
  • interattivi, che regolano il microambiente della lesione.


Non vi è una medicazione che possa coprire tutte le varie fasi di guarigione, è l’infermiere o il medico che valuta il presidio corretto, in base alle condizioni della lesione, è infatti prerogativa fondamentale e necessaria identificarne l’esatta eziologia.

Prima di scegliere tra medicazioni semplici e complesse, l’infermiere è tenuto a valutare il paziente, facendo attenzione al dolore, all’aspetto e alla gravità della lesione.

Richiedi Informazioni




    Select the fields to be shown. Others will be hidden. Drag and drop to rearrange the order.
    • Image
    • SKU
    • Rating
    • Price
    • Stock
    • Availability
    • Add to cart
    • Description
    • Content
    • Weight
    • Dimensions
    • Additional information
    • Attributes
    • Custom attributes
    • Custom fields
    Click outside to hide the comparison bar
    Compare
    Compare ×
    Let's Compare! Continue shopping